Esclusive per gli abbonati
Newsletters
About
UU è una rivista di sport fondata a luglio del 2013, da ottobre 2022 è indipendente e si sostiene grazie agli abbonamenti dei suoi lettori
Segui UltimoUomo
Cookie policy
Preferenze
→ UU Srls - Via Parigi 11 00185 Roma - P. IVA 14451341003 - ISSN 2974-5217.
Menu
Articolo
(di)
Emanuele Atturo
Cec-chi-na-to
06 giu 2018
06 giu 2018
Marco Cecchinato ha fatto saltare di nuovo i pronostici e ha sconfitto Novak Djokovic in una partita epica e totalmente inaspettata.
(di)
Emanuele Atturo
(foto)
Dark mode
(ON)





 



 



 



 




 



 



 





 



 



 



 





 



 



 



 



 



 



 



 



 



Djokovic era al suo quarantesimo quarto di finale in un torneo del Grande Slam. Il montepremi accumulato in carriera dal serbo è circa 110 volte quello di Cecchinato. Questo non è certo il miglior momento della sua carriera, ma nelle ultime settimane Djoko aveva ripreso fiducia: non aveva ancora perso un set nel torneo e in molti lo consideravano l’unica possibile alternativa all’ennesima vittoria di Rafa Nadal.

 



 



 


Sia col dritto che col rovescio, Cecchinato ha martellato Djokovic di palle corte sempre mascherate fino all’ultimo istante del movimento.


 



 


Cecchinato ha servito quasi sempre esterno da sinistra, e ha quasi sempre funzionato per aprirsi il campo.


 



 



 





 



 



 



 



 


Sbaglia grossolanamente la palla corta, si toglie le palline dalle tasche e torna a testa bassa verso le sedie con l’aria di chi sta dicendo a sé stesso “Io qui ho finito”.


 



 



 


I punti sotto pressione dovevano essere teoricamente l’anello debole di un tennista inesperto come Cecchinato, e invece sono stati paradossalmente la sua forza.


 



 



 





 



 



 



 

 



 



 

 



 



 



 



 



 


Non si vede da queste immagini, ma Cecchinato si mette la mano sulla bocca come fa chi assiste ad un omicidio nei film gialli.


 



 



 





 



 



 



 



 



 





 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 

 

Attiva modalità lettura
Attiva modalità lettura